(La foto in home page è opera di Marco Arienti Studio)

Once upon a time...

Sono nato a Orbetello nel 1973, l’anno in cui sono usciti The dark side of the moon dei Pink Floyd e Storia di un impiegato di Fabrizio de André. E quelle sono rimaste le mie stelle, i miei punti di riferimento. Tutto il resto ebbe inizio il giorno in cui presi la vecchia macchina da scrivere che avevamo in casa, una Antares, e dopo aver inserito il primo foglio bianco cominciai a scrivere un racconto di fantascienza horror. Alla fine rilegai una decina di pagine con una spillatrice: il mio primo libro. Ero uno scrittore. La prima volta che ho pubblicato racconti è stato su un sito internet che avevo realizzato con un pc 486 e un modem a 56k. Ho collaborato con portali web, riviste, giornali, uffici stampa, agenzie e più in generale ovunque ci fosse spazio da imbrattare. Ho lavorato sia con editori sia come indipendente, sperimentando le vie del self publishing. Ho scritto i romanzi La lunga notte dell’iguana, Zona d’ombra, Nessun dolore, Il Leone e la Rosa, La notte delle falene, La stagione del biancospino e la raccolta Sette racconti. Altre cose sono sparse qua e là, tra progetti collettivi e antologie. Il Leone e la Rosa è stato tradotto in inglese (The Lion and the Rose) e in tedesco (Der Löwe und die Rose). La notte delle falene è stato candidato al Premio Strega nel 2016 e tradotto in inglese (The night of the moths). Vivo tra Siena e Orbetello. Mi piace ascoltare musica di ogni genere, andare al cinema, abbuffarmi di film e serie in tv, suonare la chitarra, leggere un po’ di tutto, passeggiare e fotografare, trovarmi a cena con gli amici e un sacco di altre cose. 

Qui c’è il mio profilo Twitter, qui la mia pagina autore su Amazon e qui la pagina Facebook

Scrivimi per ricevere altre informazioni e tutte le novità sulle prossime uscite: