Il Leone e la Rosa, la nuova edizione è disponibile su Amazon

Il mio romanzo Il Leone e la Rosa è uscito in una nuova edizione. La prima pubblicazione è del 2014, ma adesso Amazon Publishing lo ripropone in una veste rinnovata, alla quale abbiamo lavorato insieme agli editor di Thesis. Riprendere in mano questo libro è stato per me un bel viaggio di ritorno, in una storia che ho scritto dieci anni fa e in una città che mi ha stregato da sempre, quella in cui è ambientato: Venezia. Non poteva essere altrimenti, d'altronde, per una vicenda che ha sullo sfondo l'avvento della stampa, calcolando che proprio nella Serenissima, a quel tempo, veniva realizzata più o meno la metà dei libri che venivano pubblicati in tutto l'Occidente. Per Mathias, il mio monaco agostiniano che diventa un investigatore privato, su incarico del doge Loredan, è quindi un nuovo inizio. Tra le altre cose, questo è il mio primo libro a essere stato tradotto e il primo che sono stato invitato a presentare al Salone di Torino. Può sembrare diverso dagli altri romanzi che ho scritto in questi anni (e da quelli che stanno per arrivare, di cui parlerò presto, qui sul sito), perché si svolge in un'altra epoca. Ma è una vicenda che ha molto a che fare con i nostri tempi. Ambientata agli albori dell'industria editoriale,  racconta infatti di una delle più grandi fake news della storia e dell'opera di debunking che ne è seguita, a colpi di caratteri mobili e inchiostro. Un intrigo politico, uno scontro tra società segrete, una storia d'amore e di ribellione, un libro pericoloso e una serie di terrificanti omicidi, nella Venezia cupa e splendente dei primi anni del Sedicesimo secolo. In questo post precedente ho cercato di spiegare cosa ci fa un autore di noir, appassionato di editoria digitale, nel 1502. Se invece volete saperne di più sui dettagli del libro, qui c'è il link alla pagina Amazon alla quale è anche possibile ordinarlo. Come sempre, è disponibile in edizione cartacea, in ebook e per gli abbonati di Kindle Unlimited.